Elisabetta Pastorino

Nata a Genova nel 1969, Elisabetta Pastorino si forma all’Accademia Ligustica, dove frequenta il corso di incisione di Giannetto Fieschi.
Propensa ad approfondire le specifiche potenzialità della tecnica ha partecipato ad alcune recenti manifestazioni organizzate dall’Associazione degli Incisori Liguri. Da diversi anni si dedica all pittura ad olio, terre ed acquerello.

“Il mio mondo è il mio studio, la sua luce, le cose raccolte nel tempo, ma non solo, il mio mondo è anche quando sono in giro e vedo qualcosa che mi fa scattare la voglia di dipingere, di raccoglierla e di portarla con me. I miei quadri nascono da un’emozione per quello che vedo. Oggetti e frammenti di natura, immersi nella luce e raccolti in semplici composizioni, diventano oggetti “importanti”, con una nuova dignità. amo dipingere l’atmosfera che li avvolge, che li abbraccia in un’immagine, a volte sospesa, piena di silenzio, un silenzio però che mi parla attraverso l’emozione. Si viene così a creare un linguaggio silenzioso tra me e quello che dipingo. Avolte mi piace soffermarmi su alcuni particolari che sento pieni di significato, altre, ciò che mi interessa è creare una familiarità tra l’oggetto e l’ambiente che lo accoglie. La linea e l’equilibrio compositivo sono elementi fondamentali nella composizione delle mie pitture, oltre che un’attenzione per il colore, a volte tonale, a volte più timbrico. Mi piace pensare ai miei quadri come a dei racconti di attimi di vita. Trovo che in semplici frammenti ci sia tanta storia da narrare e da imparare ad ascoltare.”

Elisabetta Pastorino